Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)

Ris, l’Orchestra Sinfonica Siciliana ammessa al prestito

PDFStampaE-mail

Sette milioni di euro consentiranno alla Fondazione di risanare i conti in relazione ai debiti contratti prima del 2013. Il sovrintendente Giorgio Pace: "Premiati i nostri sforzi".

Palermo, 27 marzo 2017 - La Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana è stata ammessa al prestito di 7 milioni di euro previsto dal Fondo di Rotazione per gli interventi straordinari (R.i.s.). L'intervento è volto al risanamento dei debiti pregressi al 31 dicembre 2013. La comunicazione giunge dal Dipartimento del turismo, dello sport e dello spettacolo dell'Assessorato regionale e premia gli sforzi compiuti dal Consiglio di Amministrazione e dal sovrintendente della Fondazione, fin dal momento del loro insediamento ed è in linea con le aspettative e le indicazioni espresse dal Piano di risanamento triennale 2017/19 elaborato dal vertice della Fondazione.

"La concessione del prestito ci consente di guardare con più serenità al futuro – spiega il sovrintendente Giorgio Pace – e di programmare anche con ragionevole anticipo l'attività artistica. Già da quest'anno e con la stagione in corso i nostri sforzi sono stati premiati con l'aumento degli abbonati e un apprezzamento generale da parte degli operatori. Inoltre, il prestito ci consentirà di estinguere tutti i debiti contratti con gli artisti negli anni precedenti e restituire alla Fondazione un clima di fiducia e credibilità, fondamentali per il prosieguo dell'attività".

L'Ufficio stampa

Mario Pintagro

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, visualizza la nostra privacy policy cliccando qui.

Accetto i cookies da questo sito.