Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)

Da Berlioz a Bizet, musica sotto gli alberi secolari

PDFStampaE-mail

orto-botanico-palermo2

All'Orto botanico, sabato 30 settembre, alle 18,30, secondo concerto dell'Orchestra Sinfonica Siciliana diretta da Ottavio Marino con ingresso gratuito per scoprire la bellezza della capitale europea del verde subtropicale. Visita guidata (ingresso di 3 euro) con il Curatore dell'Orto, il botanico Manlio Speciale.

Palermo, 28 settembre 2017 - Secondo concerto dell'Orchestra Sinfonica Siciliana all'Orto botanico con ingresso gratuito secondo il programma Foss d'Estate, patrocinato dal Comune di Palermo e varato dalla Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana, d'intesa con il Sistema museale d'ateneo. Sabato 30 settembre alle ore 18.30, appuntamento con la musica di Bizet e Berlioz, con ingresso gratuito. E' prevista alle 17,30 una visita speciale all'Orto, condotta dal curatore, il botanico Manlio Speciale, con ingresso a pagamento (3 euro) al Botteghino dell'Orto Botanico.

Questo il programma del concerto del 30 settembre. L'Orchestra sarà diretta da Ottavio Marino: Georges Bizet, Sinfonia in do; Glinka, Russlan e Ludmilla, ouverture; Hector Berlioz, Carnevale romano; Ponchielli, La danza delle ore.

L'Orto Botanico dell'Università di Palermo è una tra le più importanti istituzioni accademiche italiane. Considerato un enorme museo all'aperto, vanta oltre duecento anni di attività che gli hanno consentito anche lo studio e la diffusione, in Sicilia, in Europa e in tutto il bacino del Mediterraneo, di innumerevoli specie vegetali, molte originarie delle regioni tropicali e subtropicali. La peculiarità di questo Orto è, oggi, rappresentata dalla grande ricchezza di specie ospitate che ne fanno un luogo ricchissimo di espressioni di flore diverse. Fa parte del Centro Servizi Sistema Museale dell'Ateneo palermitano. Dell'Orto botanico fanno parte diverse strutture tra cui le cui raccolte ammontano a circa 400.000 exsiccata, collezionati a partire dal XVIII secolo e provenienti per lo più dalla Sicilia e dall'intera area mediterranea. Questa collezione - in gran parte composta da briofite, alghe, funghi e specie vascolari - supporta il lavoro di un grande numero di studiosi e rappresenta uno strumento fondamentale per la ricerca nel campo della sistematica, dell'ecologia, della fitogeografia e dell'evoluzione. Questo sito fornisce l'accesso ai dati dell'Erbario e alle immagini dei singoli exsiccata. Il database online è, oggi, ancora in fase di sviluppo sebbene circa 90.000 campioni sono già consultabili online.

L'Ufficio stampa

(Mario Pintagro)

Note biografiche

Ottavio Marino, direttore

ottaviomarinoE' nato a Palermo nel 1974 e all'età di diciotto anni consegue la maturità classica e si diploma in pianoforte col massimo dei voti, la lode e la Menzione d'Onore Ministeriale perfezionandosi quindi presso l'Accademia pianistica "incontri col Maestro" di Imola sotto la guida di F. Scala, L. Berman e A.Lonquich , ricevendo alcuni premi in concorsi pianistici internazionali e diplomandosi successivamente in composizione ed in direzione d'orchestra presso il Conservatorio "V.Bellini" di Palermo col massimo dei voti, la lode e la Menzione d'Onore Ministeriale . Ha svolto l'attività di maestro sostituto presso il teatro "G. Verdi" di Pisa debuttando poi come direttore d'orchestra all'età di ventitré anni sotto la guida di Piero Belugi e collaborando successivamente col Maestro Antonello Allemandi che lo ha voluto come assistente in numerose produzioni operistiche presso prestigiosi teatri quali il Real di Madrid, l'Opera Bastille di Parigi, l'Opera di Colonia etc.

Nel 2000 ha diretto in Germania per la stagione "Festspiele Mecklenburg Vorpommern" e subito dopo in Francia un concerto sinfonico con l'Orchestra Filarmonica di Marsiglia; nel 2001 dirige il Don Carlo presso il Teatro "G.Verdi" di Pisa e a seguire nello stesso Teatro il concerto di Capodanno del 2002 ed una nuova produzione della Carmen di G.Bizet che lo ha portato nei teatri di Livorno, Lucca e Rovigo . Sempre nel 2002 chiude la Settimana di Musica Sacra presso il Duomo di Monreale con l'orchestra e il coro di voci bianche del Teatro Massimo di Palermo. La stampa nazionale lo definisce "il più giovane direttore d'orchestra d'Italia".

Nel 2003 viene invitato dall'Accademia Chigiana di Siena come docente a fianco di Raina Kabaivanska per il "corso d'Opera 2003".

Dopo aver diretto dei concerti lirico-sinfonici a Trieste e Pordenone con l'orchestra e il coro del teatro "G. Verdi" di Trieste all'interno della " stagione sinfonica di Primavera 2003" chiude la stagione d'opera del 2003 del Teatro delle Muse di Ancona con Tosca di G.Puccini. Nel 2005 debutta in Corea del Sud con "Un ballo in maschera" di G.Verdi presso il Seoul Arts Center con la Korean Symphony Orchestra ottenendo un grandissimo successo che lo porta ad essere invitato pochi mesi dopo ad inaugurare con il Faust di C.Gounod un nuovo Teatro d'opera a Seoul : il "Seongnam Arts Center". Subito dopo è in Francia con "La Traviata"di G.Verdi e a seguire in Spagna con l'Orchestra del Teatro Regio di Torino per un concerto col basso Roberto Scandiuzzi per il Festival di Santander che lo invita a dirigere "La Sonnambula" per la regia di Hugo De Ana nella stagione estiva del 2007 e sempre in Spagna, ad Oviedo e Salamanca alla fine del 2005 dirige due concerti lirico-sinfonici con l'Orchestra Sinfonica Ciudad de Oviedo. Nel 2006 è ancora in Corea del Sud per due concerti sinfonici con la Incheon Symphony Orchestra e di nuovo presso il Seoul Arts Center con il Don Giovanni di W.A.Mozart,in coproduzione con il Royal Opera House di Londra e ancora una nuova produzione del Don Carlo di Verdi e "La Bohème" di Puccini presso l'Opera di Busan. A maggio del 2007 in Andalusia un concerto con il basso Roberto Scandiuzzi e il successivo Novembre a Seoul per due concerti sinfonici con la Incheon

Symphony Orchestra oltre a "Rigoletto" di G.Verdi. Nella stagione estiva 2007 è stato sul podio dell'orchestra sinfonica Siciliana e a Gennaio 2008 ha diretto nella stagione del Teatro dell'Opera di Roma ; subito dopo ancora a Seoul per una serie di concerti sinfonici con la Seoul Philharmonic Orchestra , con la KBS Orchestra della Radiotelevisione coreana e una nuova produzione di Aida con la Busan Philharmonic Orchestra. ed infine a Mosca nella prestigiosa Cajkovskij Hall. A dicembre del 2009 ha debuttato al Teatro degli Champs Elysèes in un recital con il soprano Annick Massis e ad Aprile del 2010 è stato Mosca alla Tchaikovskij Hall per dirigere "Les Pecheurs de perles" di Bizet con l'Orchestra Filarmonica Nazionale di Mosca ed il coro della Radio Nazionale. Nell'Ottobre del 2010 ha diretto "Mefistofele" di Boito per la regia di Davide Livermore presso il Seoul Arts Center e a Marzo del 2011 sempre presso il Seoul Art Center il Faust di Gounod col basso Samuel Ramey ed il soprano Alexia Voulgaridou. Subito dopo è stato invitato dal Teatro Bolshoj di Mosca per "La Bohème" di G.Puccini. Nel mese di Settembre 2012 è stato invitato a dirigere "La traviata" per il Festival Internacional de Opera di Tenerife e l'anno successivo ha diretto West Side Story di L.Bernstein presso il Teatro dell'opera di Regensburg in Germania.

Ha collaborato con artisti di fama internazionale quali Roberto Scandiuzzi, Annick Massis, Andrea Rost, Vladimir Chernov, Dimitra Theodossiou, Susan Neves, Bruno Canino etc.

Ha effettuato diverse registrazioni radiofoniche e ha inciso per la RTVE RadioTelevisione Spagnola e per la KBS National Broadcasting Company di Seoul(Corea del Sud).

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, visualizza la nostra privacy policy cliccando qui.

Accetto i cookies da questo sito.