Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)

Ed ecco CARNIVALI, il Carnevale con le percussioni

PDFStampaE-mail

carnivali

Al Politeama Garibaldi, dall'11 al 13 febbraio una grande festa in maschera con Salvo Piparo e l'Orchestra Giovanile Siciliana

Palermo, 3 febbraio 2018 - CARNIVALI, il grande spettacolo con Salvo Piparo e l'Orchestra Giovanile Siciliana diretta da Alberto Maniaci, debutta domenica 11 febbraio alle 18 al Politeama Garibaldi. Lo spettacolo, con movimenti scenici curati da Silvia Alù, è la proposta accattivante della Fondazione per famiglie e scuole. Lo spettacolo viene replicato per le scuole lunedì 12 febbraio e martedì 13 febbraio alle ore 9,30 e 11,30.

Il Carnevale, le cui origini sono antichissime e si fanno risalire ai Saturnali romani, che si celebravano in onore del nuovo anno, ma anche ai Lupercali e alle Dionisiache greche, ha sempre avuto grandissima importanza e forte richiamo fin dai primi tempi della sua celebrazione, sia per il carattere propiziatorio (l'uso delle maschere serviva a scacciare le presenze demoniache e ad augurare raccolti generosi) sia, e soprattutto, per il senso di libertà da obblighi e ruoli di cui avrebbe goduto la popolazione. Difatti, durante il periodo del Carnevale il popolo poteva concedersi uno smodato godimento di cibo, bevande e piaceri sensuali, e grazie al travestimento poteva godere di un temporaneo sovvertimento dell'ordine sociale scambiandosi i ruoli.Il Carnevale è dunque rivoluzione, divertimento allo stato puro, preziosa valvola di sfogo che prevale sulla routine quotidiana e dove c'è libertà, c'è musica!

carnivali 1 versione2 1CARNIVALI, il nostro Carnevale con le percussioni. Perché Carnevale con le percussioni? Già molto prima della nascita della batteria che conosciamo oggi, esistevano strumenti a percussione che l'uomo aveva pensato per tenere il ritmo e gestire il tempo. Alcuni sono antichissimi, mentre altri sono di più recente concezione. L'Africa è da considerarsi a priori come la culla della civiltà primitiva e quindi primo posto sulla terra dove l'uomo ha potuto ascoltare i suoni della natura e riprodurli, costruendo appunto una serie di "oggetti sonori". Molti di questi sono stati tramandati fino ad oggi e rappresentano gli antenati dei moderni strumenti musicali.

Da sempre il ritmo si accompagna al Carnevale e gli strumenti a percussione sono pertanto gli strumenti musicali che rendono appieno i colori e il clima di questa festa popolare sin dall'antichità.

La nostra festa di Carnevale si apre con La Sinfonia dei Giocattoli di Leopold Mozart. Originariamente conosciuta in Germania come "Kindersinfonie – Sinfonia dei Bambini" è una composizione semplice e di carattere allegro. Fu creata per intrattenere giocosamente sia il pubblico che gli esecutori. In particolare lo spirito giocoso deriva dall'utilizzo di strumenti giocattolo come il tamburo, i sonagli, il triangolo, la tromba giocattolo e strumenti che imitano il suono degli uccelli (il cuculo).

Le musiche scelte per festeggiare il nostro Carnevale vogliono, inoltre, esaltare l'immaginazione, la danza, i colori della musica e donareun pizzico di allegria e un po' di spensieratezza come lo sono le divertenti e elettrizzanti composizioni musicali di Leroy Anderson spesso accompagnate da effetti speciali. Il senso dell'humour del compositore americano viene espresso in particolare con The Syncopated Clock, da lui composto nel 1945,in cui il tema conduttore è l'esaltazione del ticchettio dell'orologio così come con il brano The Typewriter, scritto nel 1950, in cui è necessaria una macchina da scrivere da utilizzare sul palco come strumento solista o con Sandpaper ballet, composto nel 1954, che affida alla carta vetrata il ruolo di protagonista ovvero con Plink Plank Plunk, brano del 1951, in cui l'intera sezione degli archi si esibisce in un dinamico pizzicato.

Anche la pluripremiata colonna sonora di John Williams per Star Wars (Guerre stellari), che narra in musica le avventure dello Jedi Luke Skywalker e del suo maestro Obi-Wan Kenobi, impegnati nella lotta contro il Lato Oscuro della Forza a fianco dell'Alleanza Ribelle, guidata dalla Principessa Leila, in modo da porre fine al potere dell'Imperatore Palpatine sulla Galassia, contribuisce a creare un'atmosfera fantastica con vere e proprie esplosioni sonore cosmiche.

Il capitolo finale del nostro concerto di Carnevale è dedicato a Leonard Bernstein, capostipite di un nuovo linguaggio musicale, in cui si ritrovano, in una sintesi assai personale, le diverse radici della cultura americana, a partire dalla musica jazz, i ritmi latino americani, la lezione della musica colta di ascendenza europea, senza dimenticare la tradizione ebraica, le influenze seminali del cinema, della danza, del musical e del teatro. Nelle Danze Sinfoniche che Bernstein scrisse per West Side Story, rivisitazione in musica del celebre soggetto teatrale di Romeo e Giulietta di William Shakespeare, esplode un Mambo in cui l'energia della danza pulsa di un vigore e un'immediatezza quasi fisica che coinvolge l'intero corpo orchestrale.

Salvo Piparo. L'attore palermitano proporrà la sua lettura del Carnevale, in assoluta libertà, spaziando da Pitrè ai personaggi di una Palermo popolare e schietta, appresa e conosciuta frequentando i vicoli del centro storico. "Racconteremo lo spirito di patate delle maschere significative della città - dice Piparo - Maschere come Nofrio e Virticchio e Petru Fudduni che si esibivano nel Piano della Marina, sino ad arrivare a Peppe Schiera. Maschere che tra frizzi e lazzi prendevano in giro i costumi e il potere."

Per creare un clima ancor più festoso, é gradita (ma non obbligatoria) la partecipazione degli alunni delle scuole e dei giovani spettatori in costume di Carnevale.

Prenotazioni scuole: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - tel. 091 6072524

Costo biglietto scuole: euro 3,00 per alunno - Costo biglietti domenica: € 12, sconto 20% abbonati, 50% fino a 14 anni. Info Botteghino: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - tel. 091 6072532-533.

www.orchestrasinfonicasiciliana.it, vivaticket.it

L'Ufficio stampa

(Mario Pintagro)

Note biografiche

Salvo Piparo, attore

Salvo Piparo è custode delle più antiche memorie e da anni racconta la Sicilia e le sue mirabili storie di vita e leggende popolari attraverso il CUNTO. Ricercatore attento delle tradizioni popolari, rievoca la storia attraverso la tecnica del cuntu. Ha messo più volte in scena spettacoli di Salvo Licata, oltre ad essere stato egli stesso autore di numerosi spettacoli quali Crollalanza, Shakespeare era siciliano, una produzione sul 150° della venuta di Garibaldi in Sicilia Focuranni, rappresentata in occasione della inaugurazione del Museo della Mafia a Salemi in omaggio al Presidente Giorgio Napolitano. Testimonial Ufficiale per Unicef, da anni è impegnato contro la lotta al pizzo con la sua attività teatrale, rivolgendo inoltre un attenzione particolare per tutte le manifestazioni in beneficenza a favore dei bisognosi. I successi teatrali più recenti sono PALLONATE scritto e diretto da Ficarra & Picone e BUTTANISSIMA SICILIA tratto dall'omonimo libro di Pietrangelo Buttafuoco, spettacolo che da oltre un anno gira l'Italia in lungo e largo con grandissimo successo di critica e pubblico. Protagonista del primo film "miracolo" siciliano, totalmente comprodotto da tutti i partecipanti ORE 18 IN PUNTO con la regia di Pippo Giallorosso, uscito nelle sale italiane lo scorso giugno e vincitore di numerosissimi premi nazionali e internazionali, ha partecipato all'ultima fatica cinematografica di Ficarra& Picone ANDIAMO A QUEL PAESE. E' stato ambasciatore per il Mediterraneo all'Expo con oltre cinque spettacoli e show cooking messi in scena insieme al fratello lo Chef Francesco Piparo, conosciuto nel piccolo schermo grazie alla sua assidua partecipazione alla trasmissione rai La Prova del Cuoco condotto da Antonella Clerici. E' stato l'attore narrante della trasmissione di rai tre Amori Criminali condotto da Barbara De Rossi, e continua ad essere protagonista indiscusso tra i narratori che meglio conoscono la storia di Palermo e della Sicilia tutta. Ospite di punta della stagione estiva dei teatri di pietra, all'interno del Festival Dionisiache di Segesta, lo scorso anno ha superato il record di presenze dell'intera stagione con la sua nuova produzione Shakespeare in brexit. Recente anche il dell'ultima produzione teatrale del Biondo Stabile di Palermo C'ERA E C'ERA GIUSEPPE SCHIERA registrando un altro sold out. Appassionato, devoto e straordinario interprete della voce del popolo, che attraverso le sue rappresentazioni, ritorna con il suo entusiasmo e la sua forza, ad essere espressione autentica della saggezza più profonda dei grandi pensatori di strada, maestri indiscussi dell'arte del saper vivere attraverso la lente dell'ironia e dell'audace sopravvivenza, tra comicità e crudo realismo.

 

Alberto Maniaci, direttore

Nato a Palermo nel settembre del 1987, ha conseguito i Diplomi in Pianoforte, Composizione e Direzione d'orchestra con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio "Vincenzo Bellini" di Palermo, studiando rispettivamente con Mimma Latora, Marco Betta e Carmelo Caruso. Dal 2005 ad oggi ha approfondito lo studio della direzione d'orchestra con Ennio Nicotra, frequentando numerose Masterclasses a Perugia, Milano, Mantova e San Pietroburgo. Parallelamente ha partecipato ai corsi di Piero Bellugi a Firenze e Roma, dal 2007 in poi.

Le sue esperienze direttoriali lo portano ad esibirsi con l'Orchestra Giovanile Mediterranea (da egli stesso fondata a Palermo nel 2002), Orchestra Giovani Solisti Siciliani, Accademia Concertante d'Archi di Milano, Peter The Great Music Academy (San Pietroburgo), Orchestra Jazz Siciliana, Orchestra Filarmonica Nissena, Florence Symphonietta, Filarmonica Veneta, Filarmonica Arturo Toscanini di Parma (in occasione del concorso Toscanini per giovani direttori d'orchestra, nel quale si è classificato tra i primi 12 selezionati in tutto il mondo), Orchestra Sinfonica del Conservatorio Vincenzo Bellini di Palermo, Orchestra da Camera "Ruggero II", Mediterranean Chamber Orchestra, Orchestra Sinfonica Giovanile Internazionale "Fedele Fenaroli" di Lanciano, Istituzione Sinfonica Abruzzese, Orchestra Sinfonica Siciliana con la quale ha debuttato nel maggio 2014 dirigendo la Petite Messe Solemnelle di Rossini e, successivamente, nel mese di novembre dello stesso anno per un Gala di beneficenza nonché nel luglio 2015 in un programma che comprendeva l'"Italiana" di Mendelssohn.

Dal gennaio 2010 collabora attivamente con il Teatro Massimo di Palermo dove è stato Maestro Collaboratore e Maestro Preparatore del Coro "Città di Palermo" nell'opera "Alice nel paese delle meraviglie" di Giovanni D'Aquila. Ha ricoperto il medesimo incarico di Maestro Collaboratore per la produzione "Help, Help, The Globolinks!" di Giancarlo Menotti, per la produzione "La Carovana Volante" su musiche di Gioacchino Rossini e Giovanni D'Aquila nonché per la produzione "Feuersnot" di Richard Strauss. Nel 2015 ha diretto l'Orchestra del Teatro Massimo per la produzione "Oh! What a harmonic noise!".

Nel 2012 è risultato vincitore del 3° premio al V Concorso Internazionale "Luigi Mancinelli" di Orvieto per direttori d'orchestra, dirigendo l'Orchestra Spazio Musica in occasione della stessa competizione. Nello stesso anno ha vinto il "Premio delle Arti" di direzione d'orchestra, organizzato dal Ministero dell'Istruzione Università e Ricerca presso il Conservatorio "Alfredo Casella" de' L'Aquila. Nel Settembre del 2013 risulta selezionato per gli ottavi di finale del 53° Concours International de jeunes chefs d'orchestre di Besancon (Francia).

È autore di numerose composizioni per formazioni cameristiche, solistiche e orchestrali e di numerosi arrangiamenti e orchestrazioni. Le sue musiche sono edite da Kelidon Edizioni.

 

Silvia Alù, movimenti scenici

Palermitana, nel 2009 si diploma al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma nel corso di recitazione diretto da Giancarlo Giannini. Partecipa in qualità di attrice a diversi cortometraggi, spot, videoclip e serie televisive nazionali come "Squadra Antimafia" e "Don Matteo".

Contemporaneamente inizia a collaborare con diverse case di produzione cinematografica svolgendo il ruolo di direttore di produzione.

Dal 2013 inizia a collaborare con l'Associazione Musicale Tito Gobbi all'interno del progetto "Magia dell'Opera", prima come voce narrante del cd didattico dedicato all'opera "Pagliacci" di Leoncavallo, poi come aiuto regista, direttore di palcoscenico e organizzatrice generale per le opere "Pagliacci" di Leoncavallo, "Carmen" di Bizet e "Cenerentola" di Rossini in scena al Teatro Brancaccio di Roma, al Teatro Flavio Vespasiano di Rieti e al Teatro Cielo d'Alcamo di Alcamo. Nel 2016 ha curato al Teatro Politeama Garibaldi di Palermo la regia dell'opera per bambini "Brundibar" di Hans Krasa e dello spettacolo "Cenerentola Azzurro & Friends" per la Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana nonché dell'opera "Totò Sapore", libretto di Roberto Piumini e musica di Andrea Basevi, per il progetto scuola dell'Associazione Siciliana Amici della Musica.

Dal settembre 2016 ha iniziato a collaborare in qualità di assistente alla regia con il regista Cesare Scarton, con il quale ha realizzato le opere "Il Barbiere di Siviglia" di Paisiello e "Il piccolo spazzacamino" di Britten all'interno del Reate Festival, "Hanjo" di Marcello Panni al Teatro Palladium di Roma per il Festival Nuova Consonanza e la prima rappresentazione mondiale dell'opera "Un'infinita primavera attendo", che prende ispirazione dalla vita e dalla morte di Aldo Moro, su libretto di Sandro Cappelletto e musica di Daniele Carnini, prodotta dall'Accademia Filarmonica Romana in collaborazione con la Treccani.

Nel 2017 ha curato la regia dell'opera per ragazzi "La Maschera" di Virginio Zoccatelli e di "In the wood" di Riccardo Scilipoti per il ciclo La Scuola a Teatro della Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana. Nel mese di giugno ha partecipato, in qualità di direttore di scena dell'Accademia Filarmonica Romana, al Festival Les nuits de fourvière di Lione dove è stato presentato in prima assoluta il "Don Giovanni" di Mozart secondo l'Orchestra di Piazza Vittorio, replicato nel mese di novembre al Teatro Olimpico di Roma. E' stata di nuovo assistente alla regia di Cesare Scarton per Omaggio a Nino Rota ("I due timidi" e "Notte di un nevrastenico") e per "Orazi e Curiazi" di Giorgio Battistelli, "Combattimenti di Tancredi e Clorinda" di Monteverdi, "Tancredi appresso il Combattimento" di Claudio Ambrosini per il Reate Festival 2017 nonché per la prima assoluta dell'opera multimediale per ragazzi "Anna e Zef" di Monique Krüs prodotta dall'Accademia di Santa Cecilia in Sala Petrassi.

Nel 2018, sempre come assistente alla regia di Cesare Scarton, ha collaborato per la messinscena di "Brundibar" di Hans Kràsa messoinscena dal Teatro dell'Opera di Roma al Teatro Nazionale e, nuovamente, per l'opera "Anna e Zef di Krüs rappresentata dall'Accademia di Santa Cecilia in Sala Petrassi in occasione della Giornata della Memoria.

 

Orchestra Giovanile Siciliana

Nel 2016 è nata l'Orchestra Giovanile Siciliana: un progetto ambizioso che scaturisce dalla missione della Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana di realizzare progetti artistici ed educativi con particolare attenzione alle generazioni più giovani, in sinergia con le istituzioni formative della Sicilia e con lo scopo di creare una rete diffusa attraverso il coinvolgimento dei Conservatori e dei Licei Musicali dell'Isola. Un progetto educativo di formazione e produzione artistica che riunisce oltre cento giovani musicisti provenienti da tutta la Regione ed uno strumento innovativo con cui costruire il loro futuro nella propria terra sempre "fertile" di nuovi talenti.

La musica è arte ma anche aggregazione giovanile intorno ad emozioni e suggestioni che solo il suo potere sa evocare. Ecco perché l'Orchestra Giovanile Siciliana non rappresenta solo uno strumento di diffusione della pratica musicale ma promuove l'interazione tra i giovani, offendo nuove opportunità di incontro per "far musica insieme". Il passato glorioso dell'Orchestra Sinfonica Siciliana è il fondamento di iniziative che puntano all'eccellenza, partendo proprio dai giovani e l'Orchestra Giovanile Siciliana rappresenta una vera grande opportunità per i suoi musicisti di poterti esprimere in futuro nelle più importanti orchestre del mondo.

L'Orchestra Giovanile Siciliana, composta da oltre 100 strumentisti tra i 15 e i 23 anni, ha debuttato con grande successo al Politeama Garibaldi nel Concerto di Natale del 18 dicembre 2016. Successivamente,un quartetto composto dai suoi migliori componenti ha eseguito Le magie della realtà di Eliodoro Sollima. Nel 2017ha eseguito le opere La Maschera di Virginio Zoccatelli, La Dirindina di Alessandro Scarlatti e Il Maestro di scuola di Georg Philip Telemann nonchéScene da Pollicino di Hans WernerHenze e la novità assolutaIn the wood di Riccardo Scilipoti. Il 23 maggio 2017 ha eseguito, in diretta RAI 1, La vita è bella di Nicola Piovani, con la direzione dello stesso Piovani, in occasione del 25° anniversario della strage di Capaci e ha effettuato concerti nell'ambito della stagione estiva della Fondazione in piazza Ruggiero Settimo, al Teatro di Verdura con i Tinturia e a Pozzallo per la 17ma edizione del Trofeo del Mare. Successivamente, nel mese di novembre, ha eseguito al Politeama Garibaldi un applauditissimo concerto intitolato Musica e Cinemaarricchito dalle video proiezioni dei film d'avventura più famosi e, nel mese di dicembre, ha partecipato alla Settimana di Musica Sacra di Monreale con The Armed Man, a Mass for Peace di Karl Jenkins nonché alConcerto di Natale diretto da LiorShambadal. Nel mese di gennaio 2018, l'Orchestra Giovanile Siciliana è stata protagonista della prima assoluta dell'opera per ragazzi Il tenace soldatino di stagno di Marcello Biondolillo.

Febbraio 2018 Marzo 2018 Aprile 2018
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31

fosstube

Iscriviti alla Newsletter

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, visualizza la nostra privacy policy cliccando qui.

Accetto i cookies da questo sito.