Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)

Piovani a Taormina e Catania dirige l’Orchestra Sinfonica Siciliana: “Sfido chiunque a non emozionarsi”

PDFStampaE-mail

Al Teatro Antico di Taormina e al Teatro Romano di Catania, il 4 e 5 agosto alle ore 21,30 il premio Oscar dirige l'Orchestra Sinfonica Siciliana. Il compositore: "Sono molto incuriosito nel suonare a Taormina. Quanto all'emozione, a mettere piede nel Teatro Antico sfido chiunque a non emozionarsi, sia come spettatore, sia come musicista.

Palermo, 1 agosto 2018 - Il programma estivo dell'Orchestra Sinfonica Siciliana arriva al clou con i concerti che saranno diretti dal premio Oscar Nicola Piovani. Il grande musicista romano dirigerà l'Orchestra al Teatro Antico di Taormina sabato 4 agosto alle 21,30 e domenica allo stesso orario al Teatro Romano di Catania dove proporrà alcune celebri musiche che lo hanno reso noto in tutto il mondo, da La vita è bella, colonna sonora che gli valse il Premio Oscar nel 1999 a Kaos dei fratelli Taviani (solisti a Taormina e Catania: il tenore Salvo Randazzo e il mezzosoprano Alessandra La Spina), per finire a Il marchese del Grillo di Mario Monicelli e Fellini suite.

Piovani non nasconde la sua emozione all'idea di suonare nella magica cornice di Taormina. "Sono molto incuriosito, sì, molto. Quanto all'emozione, a mettere piede nel Teatro di Taormina sfido chiunque a non emozionarsi, sia come spettatore, sia come musicista..."

Piovani ha già diretto altre volte l'Orchestra Sinfonica Siciliana con la quale ha un consolidato rapporto di collaborazione e stima. Lo scorso anno Piovani ha diretto l'ultima nata, l'Orchestra Giovanile Siciliana, in diretta televisiva su Rai 1 per ricordare Giovanni Falcone e le vittime delle stragi mafiose. Sei milioni di ascoltatori hanno seguito l'esecuzione de La vita è bella sull'autostrada, allo svincolo di Capaci.

Piovani nella sua carriera ha composto tanta musica. Famosa la sua collaborazione con Fabrizio De André per gli Lp Storia di un impiegato e Non all'amore, non al denaro, né al cielo, scritti a quattro mani, ma è il cinema ad averlo ispirato maggiormente, avendo composto colonne sonore di ben 180 film. Tra i brani proposti c'è la colonna sonora di Kaos.

"Quando ho scritto la musica di Kaos dei fratelli Taviani, - dice Piovani - non avevo mai visitato la Sicilia. Ho lavorato pensando a una Sicilia immaginata, letteraria, Verga, Pirandello... presuntuosamente mi paragonavo al livornese Mascagni che scrive Cavalleria rusticana. Quando siamo molto giovani ci piace pensare alto, al di sopra della nostra portata. Poi, in seguito, dopo aver ricevuto lettere di molti siciliani che amavano la musica di Kaos, ho cominciato a scendere nell'isola, a lasciarmi incantare dalle bellezze aspre e sensuali di questa terra."

Piovani ha vissuto l'infanzia immerso nella musica. Figlio di Alberico, componente della banda musicale di Cerchiano, paese alle porte di Roma, aveva a disposizione mandolini, trombe, chitarre, fisarmoniche.

"Ricordo un insegnante di fisarmonica a domicilio – dice il compositore – mi insegnava parafrasi dalla Traviata, qualche trascrizione di Pasodoble e una marcetta molto enfatica, Pietro ritorna. Ho rivissuto quelle intense sensazioni dell'infanzia molto tempo dopo, sull'isola di Creta, quando vidi suonare il maestro Hadjidakis. Guardando correre le sue dita sulla fisarmonica, tra gelsomini inebrianti, ripensai al mio vecchio insegnante e al suo candore eroico e dozzinale".

Nicola Piovani. Nato a Roma il 12 maggio del 1946, è pianista, direttore d'orchestra e compositore di musica per cinema e teatro, di canzoni. Diplomato in pianoforte al Conservatorio G.Verdi di Milano, è stato avviato alla composizione dal greco Manos Hadjidakis. Il suo primo lavoro è per un lungometraggio, N.P: Il segreto, di Silvano Agosti.

Da allora Piovani comincia a lavorare con i più importanti registi: Monicelli, Fellini, Bellocchio, Taviani, Moretti, Loy, Tornatore, Benigni, Fellini, per il quale musica i suoi ultimi tre film. Nel 1997 con la colonna sonora de La vita è bella, ha vinto il Premio Oscar. Nel corso degli anni ha ricevuto tre David di Donatello, quattro premi Colonna Sonora, tre Nastri d'argento, due ciak d'oro, il Globo d'Oro della stampa estera. Intensissima la sua attività per il teatro.

Biglietti Teatro Antico di Taormina: 30-40-50 €

Biglietti Teatro Romano di Catania: 10 €

Biglietti disponibili al Politeama Garibaldi a Palermo ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - 091/6072532-3 oppure attraverso i circuiti Vivaticket e Ctbox. Disponibili ancora al botteghino del Teatro Antico di Taormina e al Teatro Romano di Catania due ore prima del concerto.

L'Ufficio stampa

Mario Pintagro

 

Note biografiche

Nicola Piovani

Premio Oscar 1999 per le musiche del film "La vita è bella"

piovani nicolaNato il 26 maggio 1946 a Roma, dove ha sempre vissuto e lavorato, di mestiere fa il Musicista (pianista, direttore d'orchestra, compositore di musica per il cinema e il teatro, di canzoni, di musica da camera e sinfonica). Fra i maestri che l'hanno avviato alla composizione, il greco Manos Hadjidakis. Gran parte dell'attività di Nicola Piovani è dedicata al cinema e al teatro, fra i quali si divide con passione: i primi tempi il cinema occupava lo spazio principale del suo lavoro, ma con gli anni si è preso sempre di più il lusso – come lo definisce lui - di dedicarsi alla musica teatrale, al punto che lo spettacolo dal vivo impegna ormai la maggior parte del suo tempo.

Risale al 1968 la sua prima colonna sonora: per i cinegiornali sul movimento studentesco della facoltà di Filosofia che frequentava, realizzati da un collettivo universitario sotto la guida di Silvano Agosti. Il debutto in un lungometraggio avviene l'anno successivo, con N. P. Il segreto di Silvano Agosti. Dopo N.P. comincia una carriera che lo porta a scrivere musica con i maggiori registi italiani: Bellocchio, Monicelli, i Taviani, Moretti, Loy, Tornatore, Benigni; e poi Federico Fellini, che si è rivolto al musicista per i suoi ultimi tre film. Fra i registi stranieri ricordiamo Ben Von Verbong, Pá lGábor, Dusan Makavejev, Bigas Luna, Jos Stelling, John Irvin, Sergej Bodrov, Éric-Emmanuel Schmitt, Philippe Lioret, Luis Sepulveda, Danièle Thompson, Xavier Durringer.

Con la colonna sonora de'La vita è bella di Roberto Benigni, vince il premio Oscar. Riceve inoltre nel corso degli anni tre David di Donatello, quattro premi Colonna Sonora, tre Nastri d'argento, due Ciak d'or, il Globo d'Oro della stampa estera e il Premio Elsa Morante. In Francia, ottiene per due volte la nomination al César, il premio del pubblico e la menzione speciale della giuria al festival Musique et Cinéma di Auxerre.

Attivo anche come autore di canzoni, negli anni Settanta compone a quattro mani con Fabrizio De André gli album Non al denaro, non all'amore né al cielo e Storia di un impiegato. Nel 1995 scrive tre canzoni per il tour teatrale di Roberto Benigni, tra cui la fortunata Quanto t'ho amato. Sin dall'inizio Piovani affianca al lavoro nel cinema quello per il teatro, scrivendo musiche di scena per gli allestimenti di Carlo Cecchi, Luca De Filippo, Maurizio Scaparro e Vittorio Gassman. Nel 1989, con Luigi Magni e Pietro Garinei, crea per il Teatro Sistina la commedia musicale I sette re di Roma. Alla fine degli anni Ottanta, inizia il sodalizio artistico con Vincenzo Cerami. Insieme all'attore Lello Arena, fonda la Compagnia della Luna, con l'intento di dare vita a un genere che in quel momento non trova spazio sulle scene italiane, un teatro dove musica e parola abbiano ambedue ampio spazio e interagiscano sul piano espressivo. I primi frutti di questa collaborazione sono La cantata del Fiore (1988) e La cantata del Buffo (1990). Seguono Il Signor Novecento (1992), Canti di scena (1993) e Romanzo musicale (1998). Nel 1998, La Pietà - Stabat mater per voce recitante, due cantanti e orchestra su testo di Vincenzo Cerami. Nel 2000 debutta Concerto fotogramma. Nel 2001 Il Concerto in quintetto. Nel 2002 lavora a Parigi dove, al Teatre de Chaillot, presenta Concha Bonita, uno spettacolo che si colloca a metà strada tra l'opera e l'operetta. Nel 2003 presenta in Grecia, sull'isola di Delos, L'isola della luce una partitura per voce recitante, due cantanti e orchestra su brani dall'Ecclesiaste, Omero, Sicilo, Byron, Einstein, Seferis, Mesomede da Creta e Vincenzo Cerami, commissionata dal ministero della cultura di Atene. Per i cento anni dalla Cgil, compone e dirige, su testo di Cerami, La cantata dei cent'anni. Nel 2007 compone una suite orchestrale ispirata al numero sette, intitolata Epta . Nel 2009, su testo di Eduardo De Filippo, scrive la cantata sinfonica Padre Cicogna – scritta per la voce recitante di Luca De Filippo. L'opera Viaggi di Ulisse è stata composta e rappresentata per la prima volta il 2 Settembre 2011 al Ravello Festival. Nel 2013 esce il suo primo disco di canzoni Cantabile, con le voci dei cantanti amici De Gregori, Servillo, Giorgia, Grigolo, Ferreri, Mannoia, Proietti, Benigni, Jovanotti, Noa, Morandi, Benigni, e con la partecipazione dei Solisti della Scala di Milano; un CD inconsueto, salutato con gioia dalla critica e dal pubblico.

Nicola Piovani nel 2008 è stato nominato Chevalier dans l'ordre des Arts et des Lettres dal ministro francese della Cultura, onorificenza conferita alle personalità che si sono distinte per le loro creazioni in campo artistico.

 

Alessandra La Spina, mezzosoprano

alessandra la spina 1Nasce a Palermo il 7 Ottobre 1972. Appassionata sin da piccola di musica e canto si inserisce all'età di 12 anni nel coro parrocchiale della chiesa San Giuseppe Cottolengo come corista e, in un secondo tempo, come organista e direttrice di coro. All'età di 16 anni intraprende lo studio del pianoforte con il M° Maurizio Crucillà. Si forma come soprano attraverso lo studio del canto lirico con il M° Sergio Sisti, basso del Teatro Massimo e successivamente arricchisce la sua vocalità con l'apprendimento della tecnica jazz, frequentando la Scuola Musica d'Insieme diretta da Loredana Spata. Ha cantato come soprano nel coro Convivium, diretto dal M° Liliana Tedesco, che si è esibito in numerosi concerti di musica rinascimentale, barocca e sacra. Nel 1997 fonda il coro Gospel Mission, coro gospel di 50 elementi nato con lo specifico progetto di devolvere tutti i propri ricavi in beneficenza a favore di enti come AIRC (Associazione Italiana Ricerca sul Cancro), AIDO (Associazione Italiana Donatori Organi), Suore di Madre Teresa di Calcutta, l'Associazione di Biagio Conte e molte altre. All'interno del coro ha l'incarico di direzione, voce solista e ne cura gli arrangiamenti. Nel 2001 partecipa al Festival dei Nebrodi (Capo D'Orlando) conquistando il 3° posto con il brano Natural Woman di Aretha Franklin. Dal 2017 è impegnata come soprano, voce solista e secondo Maestro di direzione presso la Corale Internazionale della Pace, fondata dal M° Manrico Signorini, che ha realizzato numerosi concerti di musica sacra, americana e lirica. Diplomata al Liceo Artistico e laureata all'Accademia di Belle Arti divide la sua attività tra la professione di grafica e quella musicale.

 

Salvo Randazzo, tenore

salvo randazzo fotoNasce a Palermo il 28 giugno del 1984.Fin dalla giovane età mostra spiccate qualità musicali che lo spingono a studiare Pianoforte presso il Conservatorio di Musica "V. Bellini" di Palermo.È ancora adolescente quando decide di accostarsi alla Musica Lirica; intraprende la professione di cantante specializzandosi a New York anche in un genere denominato Pop Opera Style, una fusione fra il Canto Lirico e il Canto Pop. Dopo un percorso di studi accompagnato dal M° Fabrizio Pollicino, partecipa a MasterClass di alto perfezionamento lirico tenute dal M° Lucio Gallo. Attualmenteprosegue i suoi studidi repertorio e perfezionamento con il M° Lucrezia Messa a Monopoli (BA).Inizia così la sua carriera che, nonostante la giovane età, vanta esperienze professionali di elevato livello. Oggi svolge la sua attività in qualità di artista del coro (Tenore Primo) presso la FondazioneTeatro Massimo di Palermo.

Tra le svariate attività svolte, si annoverano le più importanti: Autoproduttore del "Meraviglioso Tour", tournée di concerti in Sicilia che rendono omaggio a due colossi della musica internazionale, Domenico Modugno e Frank Sinatra. Dal 2018 omaggia anche Massimo Ranieri. Offre annualmente la sua disponibilità per realizzare concerti dedicati ai detenuti della "Casa Circondariale Pagliarelli" di Palermo.Nel dicembre 2015, in occasione delle festività natalizie realizza tra le attività concertistiche un concerto all'interno del prestigioso Duomo di Cefalù alla presenza del Presidente della Regione Rosario Crocetta.

Il 7 giugno 2015 consacra il suo debutto ufficiale nella lirica proponendo alla città di Palermo un concerto svolto presso il teatro "Al Massimo" dove si è esibito con brani tratti dal repertorio lirico operistico accompagnato da un'orchestra di 25 elementi diretta dal M° Lidio Florulli.Nel febbraio 2013 contribuisce alla "Giornata Mondiale della Pace e dell'intesa tra i Popoli" organizzata dal Club Rotary di Bagheria (Pa).

Nel marzo 2013 rappresenta l'Italia al Festival dell'Intercultura Solidale TumìAmì, patrocinata dalla Repubblica Italiana e dall'Università degli Studi di Palermo, presso il Teatro Politeama Garibaldi di Palermo.Nel dicembre 2013 viene richiesta la sua presenza al Premio Internazionale "Beato Padre Pino Puglisi" svolto al Teatro Politeama Garibaldi di Palermo, accompagnato dall'orchestra Jazz Siciliana della Fondazione "The Brass Group" di Palermo.

Nel gennaio 2012 partecipa alla trasmissione televisiva Italia's Got Talentcondotta da BelenRodriguez e Simone Annicchiarico su Canale 5 e approda alla serata finale classificandosi ai primi posti. Il 3 marzo, in memoria della scomparsa del M° Lucio Dalla, omaggia "Caruso" in diretta televisiva.A seguito della popolarità acquisita, è ospite in svariati programmi di informazione e intrattenimento fra cui Mattino Cinquee Domenica Cinque, condotti da Federica Panicucci su Canale 5.

Dopo la sua personale esperienza della lotta contro il cancro sostiene numerosi eventi a scopo solidale e benefico soprattutto in favore dei tumori infantili. Tra le associazioni con cui ha collaborato si annoverano: ASLTI Palermo (Osp.M.Ascoli), Brest CancerAwareness Organization, Livestrong, Stamford Hospital e BennetCancer Center; viene nominato "The best voice" in occasione dell'evento "SkinSense Award Gala 2011" presso il The PlazaHotel di New York.Nel giugno 2012 così si realizza il suo primo concerto a Palermo, sua città natale, dove devolve parte del ricavato all' AIRC (Associazione Italiana Ricerca Cancro) e viene insignito 1° Testimonial per la Regione Sicilia.

Nel luglio 2012 intona l'Inno Nazionale Italiano in occasione della manifestazione "Le vele della legalità" in memoria di G. Falcone e P. Borsellino; l'evento, realizzato ad Aspra (PA), viene trasmesso su RAI 1per il programmaLinea Blu.Nell'agosto 2012 è ospite d'onore all' "Oscar dello Sport 2012" dove esegue l'Inno di Mameli alla presenza dei più noti dirigenti sportivi del CONI, della FIGC e volti noti come Giancarlo Abete, Cesare Prandelli, Pessotto, Ravanelli...

Riceve dall'Accademia di Sicilia di Tony Marotta " l'Oscar del Mediterraneo 2012" per il settore Musica Lirica.Nel dicembre 2012 è insignito Testimonial dell' ASLTI (Associazione Siciliana Lotta contro i Tumori Infantili) e in occasione delle festività natalizie canta per i bambini del reparto di oncoematologia pediatrica dell'Ospedale M.Ascoli di Palermo.Interviene in occasione dell'evento "Le ali della legalità" in memoria di G. Falcone e P.Borsellino presso Aspra(PA) alla presenza di Manfredi Borsellino (figlio di Paolo) ed altre autorità.

Ha svolto anche una brillante attività negli Stati Uniti d'America dove nell'Ottobre 2011 viene richiesta la sua performance dalla NIAF (National Italian American Foundation) con sede a Washington (DC) in occasione del 36°Anniversario di Gala presieduta dal Presidente Barack Obama.

È stato intervistato da Paolo Notari e Benedicta Boccoli per Rai Radio 1.

In occasione della Festa della Repubblica Italiana e del 150° Anniversario dell'Unità d'Italia intona l'Inno di Mameli per le comunità Italo –Americane.Ha aperto intonando l'Inno Nazionale Americano "The Star Splangled Banner" il Tour di Concerti del Coro della Diocesi di Roma diretti da Mons. M. Frisina, tenutosi negli Stati di New York e Connecticut.

Alla fine del 2010 pubblica il suo primo lavoro discografico realizzato presso lo studio "TOP40MUSIC LLC" diMahopac, NY. L'album, all'interno del quale sono presenti brani composti dallo stesso Randazzo, è nominato al "Grammy Awards 2011" nella II Categoria Classical Crossover. Nel 2010 partecipa come ospite al "3° Premio Ambasciatori Italiani in America", (NY).

Dal 2009, durante la permanenza negli USA, prende parte alle celebrazioni del "ColombusDay" negli Stati di New York, Connecticut e Ohio documentati da Rai International. In Italia, nel 2009, partecipa in qualità di ospite al Concorso "Trinacria Festival" presso il Teatro Regina Margherita di Caltanissetta (CL).

Viene premiato alle manifestazioni "Premio Fiori di Sicilia" e "Il Satiro D'Oro Festival".

 

Note di sala a cura di Riccardo Viagrande

Nicola Piovani

Kaos

(Alessandra La Spina, mezzosoprano – Salvo Randazzo, tenore)

Il marchese del Grillo

Fellini suite

La vita è bella

Musicista poliedrico e autore di una produzione vastissima in diversi generi, Nicola Piovani ha firmato circa 180 partiture di colonne sonore scritte per film diretti da grandi registi come Federico Fellini, Marco Bellocchio, Mario Monicelli, i fratelli Taviani, Nanni Moretti e Roberto Benigni. Delle numerose bellissime partiture scritte da Piovani, il maestro oggi dirigerà quattro suite sinfoniche, tratte dalle colonne sonore di celebri film, che, in genere, riproducono nella loro interezza le musiche scritte originariamente dal compositore, come da lui stesso dichiarato, «in sintonia con la poetica del film», per essere scomposte, in sede di montaggio, in base alle varie sequenze. Nel corso del film, infatti, queste musiche, che presentano una concezione sinfonica, non sono sempre proposte nella loro interezza, ma a volte spezzate in base alle esigenze dell'immagine per cui, certe volte, appare soltanto una frase melodica o una trama armonica. Nelle suite sinfoniche ci troviamo di fronte a brani completi che in genere si ascoltano soltanto in alcune sequenze o nei titoli di coda.

La prima suite in ascolto è quella tratta dalla colonna sonora del film Kaos per la regia dei fratelli Taviani, uscito nelle sale cinematografiche nel 1984 ed ispirato a quattro Novelle per un anno di Pirandello, nel quale recitarono per l'ultima volta insieme Franco e Ciccio. La colonna sonora valse a Piovani la nomination al David di Donatello del 1985.

Il programma del concerto prosegue con la suite dalla colonna sonora del film, Il marchese del Grillo, film di Mario Monicelli, di cui fu protagonista il grande Alberto Sordi nei panni del nobile romano Onofrio del Grillo.

Fellini suite è costituito dalle colonne sonore scritte per i film di Fellini a partire da Intervista (1987), la cui musica è caratterizzata da un tema mesto che si alterna a una marcetta di carattere clownesco. Nella partitura si trova anche un piccolo omaggio a Nino Rota con 12 battute sul tema della colonna sonora del film I clown. Fa parte della suite la colonna sonora di La voce della luna, nella quale è evocato un vecchio oboista che suona per l'ultima volta il suo strumento prima di seppellirlo. Una volta sepolto lo strumento, dalla terra sale il suono di una musica che non abbandonerà mai il musicista, perché la musica non può essere seppellita. Chiude la suite la colonna sonora di Ginger e Fred, film del 1986, di cui sono protagonisti i due famosi ballerini di tip-tap che, ormai anziani, vengono invitati a ballare in una trasmissione televisiva, quando però il mondo dello spettacolo è diventato cinico e indifferente.

Il concerto si conclude con la celebre colonna sonora del bellissimo film di Roberto Benigni La vita è bella, che valse a Piovani l'Oscar, grazie alla bellezza dei suoi temi da quello lirico ai ballabili della festa del matrimonio e all'adagio tragico.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, visualizza la nostra privacy policy cliccando qui.

Accetto i cookies da questo sito.