Lorenzo Rovati

Violino di spalla

Immagine rimossa.

Diplomatosi con il massimo dei voti al « Conservatorio di Musica G. Verdi di Milano », si è perfezionato con Felice Cusano alla « Scuola di Musica di Fiesole » e successivamente in Germania, dove ha conseguito i diplomi di Bachelor e Master presso la «Hochschule fuer Musik » di Norimberga sotto la guida di Daniel Gaede. Ha partecipato a Masterclass con Gerhard Schultz, W. Steude, Heime Mueller, Raphael Oleg.

Vincitore di premi nazionali e internazionali, si è esibito in veste di solista e in diverse formazioni da camera in Italia, Germania, Austria, Repubblica Ceca, Svizzera, Svezia, Francia, Albania, Croazia, Polonia, Inghilterra e Oman.

Nel 2018 ha eseguito il Concerto per Violino di L.van Beethoven con l’Orchestra Ettore Pozzoli diretta da Luca Ballabio, Sinfonia Spagnola di E.Lalo con l’Orchestra Sinfonica Siciliana diretta da Ottavio Marino in occasione di Palermo Capitale della Cultura. Ha inoltre suonato il Concerto op.77 di J. Brahms accompagnato dalla Westbohemischer Symphonieorchester.

Dal 2017 collabora in qualità di Spalla dei primi violini con l'Orchestra Sinfonica Siciliana di Palermo, con l’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova, e l’Orchestra Ente lirico di Sassari. Precedentemente è stato ospite di orchestre europee come l’Orchestre Philarmonique de Strasbourg, Camerata Nordica, Nürnberger Symphoniker. Dal 2019 è membro della neonata orchestra La Fil, sotto la direzione di Daniele Gatti.

Appassionato camerista, ha suonato al fianco di grandi interpreti come Enrico Bronzi, Bruno Canino, Marcelo Nisinman e Richard Galliano.

Dal 2013 è un componente del progetto Spira Mirabilis, con cui si è esibito in Italia e all’estero e dal 2016 primo violino dell’Ensemble ’05, formazione in residence che produce ogni anno il Festival Ritratti.

Suona un violino Spiegel costruito a Budapest nel 1929.