La filologia di Koopman regala un Haydn sorprendente

Pubblicato il 21 Febbraio 0019